per gli appassionati di scommesse

Informazione per gli appassionati di scommesse

 

 

 

ANSA, Ultimo aggiornamento: 14/02/2011

Berlusconi: bookmaker apre scommesse

 

Sulla durata della sua carica, cruciali i prossimi due mesi

Silvio-Berlusconi-Ruby-e-le-altre_o_ah.jpg

 

Il ‘De Bello Fallico’ di Berlusconi (e Ruby)

 

 

 

 

ANSA

(ANSA) – ROMA, 14 FEB 2011 – Le manifestazioni delle donne in Italia e all’estero di ieri hanno convinto il bookmaker William Hill – uno dei più prestigiosi in Inghilterra – ad aprire le scommesse sulla durata della sua carica. Ne da’ notizia l’agenzia specializzata Agipronews. Per gli esperti d’oltremanica, fa sapere Agipronews, i prossimi due mesi saranno cruciali e le dimissioni entro la fine di marzo sono offerte a 5,00, mentre l’addio tra aprile e giugno si gioca a 10,00.

 

 

 

 

 

 

 

Cala le vele e raccogli le sàrtie

 

 

 

 

Berlusconi funesto imbonitore,

cala le vele e raccogli le sàrtie,

di tua vita sei giunto a quella parte

vicina a render conto al Creatore.

 

Lo denuncia l’incartapecorito

tuo viso, ch’ hai rifatto inutilmente,

e le rughe tornate nuovamente

t’avvisano che sei quasi finito.

 

Con leggi ad personam e prescrizioni

nei tribunali qui ti sei salvato,

ma il tribunal del cielo ha già elencato

quel che ti contesterà, o Berlusconi.

 

Sfrutta quel poco tempo che ti resta,

ritirati e cambia la tua vita,

se no per te sarà proprio finita:

                                       nessun dal precipizio ormai t’arresta.

 

T’ho detto il vero molto apertamente,

uno non son dei tuoi adulatori

che cercano da te soldi e favori,

quello che scrivo è quel ch’ho nella mente.

 

 

 

Nota esplicativa

 

Il secondo verso termina con la parola “sàrtie” che, come tutti sanno, indica quei legami che rinforzano o sostengono gli alberi delle navi. Ho ricavato questo verso da uno bellissimo di Dante. Il poeta fa dire ad un personaggio del suo poema, che quando si è giunti a quella età che preannuncia ormai prossima la fine della vita terrena:

                                                ……..ciascun dovrebbe

                                               calar le vele e raccoglier le sarte.   (Inferno, XXVII, 80-81).

Dante, dunque, ha paragonato la vita mortale ad un viaggio per mare: quando si arriva nel porto la nave viene disarmata (le vele vengono calate, i cordami raccolti) perché è finito il tempo di viaggiare, ormai occorre solo più riordinare l’imbarcazione e poi andare alla destinazione stabilita.

Similmente, secondo Dante, la persona umana, arrivata ad una certa età dovrebbe solo più riordinare le proprie cose e prepararsi al passaggio alla nuova vita, e al giudizio davanti a Dio..

Ciò premesso, Dante non usa la parola “sartie”, ma “sarte” (e così anche Petrarca nelle sue Rime). Io nella prima edizione, avevo usato “sarte”, che mi rendeva esatta la rima con “parte” del verso successivo; poi, però, ho fatto revisionare la poesia da un mio amico che mi ha coretto “sarte” in “sartie”. Mi sono adeguato a questa correzione anche perché, consultando il vocabolario, non ho trovato “sarte” con il significato di legami degli alberi delle imbarcazioni. 

 

per gli appassionati di scommesseultima modifica: 2011-02-16T18:57:00+01:00da frondeverdi
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “per gli appassionati di scommesse

  1. Ciao Antonio e buona serata a te!!

    Non sono un appassionato di scommesse ma questa notizia che si stanno “giocando” la durata del B, mi ha provocato un’emozione che presumo sia simile a quella di uno scommettitore! Immagina tu, come ci vedono, oramai!! Dopo, vado a leggere la notizia che hai segnalato, voglio capire come stanno organizzando la cosa!

    Invece, la tua “poesia” è veramente bella… anche se, purtroppo, non so se il diretto interessato cui è dedicata, la capirà!! Per fortuna, hai messo anche delle note esplicative… ma, sai, lui è molto più in alto di Dante e, figurati, c’è anche chi sussurra che sia più in alto di quel Signore che, si spera, possa presto “giudicarlo”!!

    Anche se parlo spesso di “orgoglio” del popolo e riscossa delle opposizioni, intimamente confido sempre in “sorella morte” per liberarci di questa iattura!

  2. Ciao Antonio,
    mi piacciono di più le tue poesie romantiche, ma qui sui blog ben si sa che se non si parla di politica, pochi leggono.
    E basta con questo Berlusconi, le escort ecc. ecc.!
    Tanto da che mondo è mondo, vincono sempre chi ha più soldi. Ma beati noi che non ne abbiamo, ma almeno abbiamo l’anima pura.
    Sarà il Giudice Supremo, poi, a tirare le somme… stiamo un po’ tranquilli!
    Vedi, anch’io non prediligo il nostro Premier, ma dimmi se ci può essere qualcuno migliore di lui…
    All’inizio, sicuramente sì, ma quando arrivano alla poltrona, si montano la testa e fanno tutti gli stessi errori.
    Beati i poveri nello spirito perché di essi è il regno dei cieli e beati i puri di cuore perché vedranno Dio!

    Buonanotte, Antonio!
    Nadia

  3. Sarte o sartie , il bello sarebbe che calasse davvero le vele e si abbandonasse alle onde . Magari , finirebbe ad Antigua , chissà ……. Ma io temo che non riusciremo facilmente a levarcelo dai piedi : serve agli USA ed ancor più al Vaticano . E’ un «utile idiota» , come definiva Lenin gli occasionali alleati utilizzati per appoggiare la sua causa . Vendetta del vituperato comunismo ?
    Buon fine settimana ! wally

  4. Caro Antonio! Costui non sente ragione, anche perchè è obnubilato dalla pletora di leccapiedi che ha intorno. Poi sa che se molla rischia grosso, e ormai non colpevolizzo più lui, ma i suoi sostenitori.
    Anche i nord africani, che la lega disprezza tanto, stanno dimostrando ormai più dignità di noi agli occhi del mondo.
    Se non erro Nostradamus ha previsto un qualcosa che mi ricorda ciò che sta accadendo. Però nell’interpretazione che ricordo vagamente la data era precedente all’attuale. Chissà!
    Buona domenica caro amico,
    Anna

  5. ciao demosk
    questo ha la pellaccia dura
    solo il ciel dirà se la fine prematura
    è per effetto di natural usura
    o per diletto di volontà sua

    sarà
    ma questo a calar la vela proprio non ci pensa
    solo una tempesta imprevista può toglierlo dalla vista
    e non ci scommetterei ….un centino

    ^_^
    un saluto grande demosk e buona domenica

    ^_^ ciao e grazie

  6. ciao antonio
    è un po’ che non ci si incontra
    spero tutto bene
    a parte il “minotauro”

    dici che andrà…..a farsi un pisolino lunghino lunghino in qualche buchino

    ummmmmmmmmm…sarà

    ti lascio un bacione e un salutone grande
    buona domenica antonio
    :-))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))

    bella la tua poesia …forse davvero dante era preveggente….

    sei un cultore dello stile
    io invece so un po arraffona….

  7. Ciao Demos!

    Complementi!!!!!!!!!! Per questo post stupendo.
    Adoro Dante, sai quando ho letto La divina Commendia, abbiamo fatto un lungo analisi sulla la parola “sarte”.
    Certamente è per me un piacere leggerti.
    Sei sempre tanto gentile con me, ti ringrazio tanto!

    Un caro saluto dalla mia terra.

  8. Ciao Antonio,ho letto che così ti chiami. Ti ringrazio dei saluti e dei complimenti.Fccio quello che posso per citare i miei scrittori preferiti,tra cui Saramago. Ora sto leggendo Il cimitero di Praga molto impegnATIVO di Umberto Eco che certo conosci. Al termine ci farò un post. Un abbraccio. Corinina

Lascia un commento