Sarà dura mandarlo via, eppur bisogna

La prima repubblica è finita in mezzo alle tangenti
La seconda, sta finendo in mezzo alle puttane.: le puttane sostituiranno i puttanieri? Così leggo in una mail che ho ricevuto.

 

 

 

    Eppure non sarà facile mandare via Berlusconi, ci sono gruppi e istituzioni potenti che l’appoggiano: Bossi, che l’ha chiamato “il mafioso’Arcore” e lo ha riempito di insulti e accuse infamanti, lo difende continuamente; la chiesa e il Vaticano, poi, che qualche decennio fa neppure un giorno soltanto avrebbero accettato un presidente come Berlusconi , ora a lui perdonano tutto: tradimenti coniugali, ricchezze accumulate non si sa come, bestemmia, comunione non ammessa, festini, e lo vogliono ancora come presidente del consiglio. E dal momento che l’Italia è un mezzo protettorato del Vaticano, Berlusconi gode di un solidissimo appoggio.

 

Per chiarire quali sono i rapporti fra Stato italiano e Chiesa, mi sembra utile cominciare a pubblicare questa lettera pubblicata su LA STAMPA, quotidiano di Torino, del 28 gennaio 2011:

 

Sacrifici nostri e privilegi sacri
«La Chiesa non pone la sua speranza nei privilegi offertile dall’autorità civile. Anzi, essa rinuncerà all’esercizio di certi diritti legittimamente acquisiti, qualora constatasse che il loro uso può far dubitare della sincerità della sua testimonianza». Sono parole del Concilio Vaticano II, su cui farebbero bene a riflettere i vertici della Chiesa prima di accettare dal governo italiano l’esenzione totale dall’Imu (la vecchia Ici): un privilegio tanto più odioso in un momento nel quale gran parte della società è costretta a pesanti sacrifici. Tanto più in una situazione in cui un simile regalo appare in realtà un tentativo di comprare l’indulgenza del Vaticano.
ROBERTO BLANCO

 

 

Sarà dura, quindi mandarlo via, eppure bisogna, per decoro, ma anche per una rinascita civile ed economica dell’Italia.

 

E ora una canzone tratta da You tube, che può avere in modo scherzoso qualche punto di contatto con Berlusconi, cantata da Roby (non da Ruby ) Guareschi.

 

Sarà dura mandarlo via, eppur bisognaultima modifica: 2011-01-28T12:14:00+01:00da frondeverdi
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “Sarà dura mandarlo via, eppur bisogna

  1. Sono stanca di lottare, ma per carattere non mollo. Spero che la gente la smetta di farsi raggirare da tette e culi, e cominci ad usare i neuroni anche per pensare e discernere tra bene e male, giusto e sbagliato… cosa che da tempo non fa più, drogata dalla tv degli intrallazzatori.
    Caro Antonio! la speranza è in quello che abbiamo insegnato e “se son rose…”
    Anna

  2. Mah! che dire…speriamo solo che presto ci risvegliamo e siamo capaci di dare una vera svolta al nostro paese, mandando via questi personaggi che non hanno fatto altro che dare, al mondo intero, un’immagine indecorosa, sotto tutti i punti di vista, della nostra Italia.

    Un abbraccio Demoskaidemos e buona domenica!

  3. Ognuno coltiva il proprio orticello, purché si riesca a vivere decorosamente. A tanti basta condurre una vita appena dignitosa, si accontentano e calpestano anche il proprio orgoglio pur di non dover sobbalzare sulla sedia. E come dar loro torto?
    Basta guardare al mondo arabo e alle persone che sono scese in piazza e ai morti che ci sono stati. Chi vorrebbe affrontare una situazione simile? Noi però al momento siamo ancora in una situazione di democrazia e dobbiamo fare poco. Avere il coraggio di dire basta e di chiedere le dimissioni di chi disonora le ns istituzioni, non perché se la spassa sessualmente, ma perché si pone in una situazione di ricattabilità e di corruzione che porta alla rovina il paese.

    Sui poteri forti, hai ragione. Sarà dura, sarà dura, sarà dura (dimentichiamo la pedofilia?)

    Grazie del tuo passaggio.

    P.S. l’opinione espressa era di Umberto, non mia. Mi dispiace, ma i personaggi della mia storia tante volte non condividono le mie idee ;))

  4. Grazie per la visita e per i complimenti!
    Come sempre la politica italiana, di governo e non é sempre andata a finire a puttane.
    E non poteva e non potrà mai essere in modo diverso nel tempo. Perchè tutti coloro che hanno o fanno o intendono far parte della politica, saranno sempre consapevoli di entrare come nelle vecchie case d’appuntamento pre legge Merlin.

  5. Ciao Antonio e buona serata.

    Ti commento, mentre mi accompagna la canzone di Roby. Dovrei essere meno “cattivo”… credo!!

    Sto preparando un post dove parlerò di “debito pubblico” e di come siamo sempre “noi” a dover pagare! Tu, in questa tua riflessione, hai magnificamente rivelato un aspetto che molti non “associano” al tanto, troppo che noi paghiamo per foraggiare, appunto, la così detta spesa pubblica… ciò che noi diamo o concediamo alla Chiesa, dall’ex ICI che non pagano, all’acqua consumata in Vaticano (decine di milioni di euro) e pagata dallo Stato italiano, solo per citare le più evidenti.

    In tempo di ristrettezze e di continui appelli ai “sacrifici”, mi pare sia esagerato contare solamente sulle nostre “tasche”!! Almeno, io così credo!

    Dici che sarà difficile liberarci di B. Dobbiamo farlo e pure in fretta, però!! I leader europei che si sono riuniti a Davos per il World Economic Forum, hanno dedicato a noi una sessione della riunione, “a porte chiuse”, che si intitolava “Italia, un caso speciale”!!

    Da quella riunione, è uscito questo messaggio, indirizzato all’Italia “Malgrado la sua storia, il suo patrimonio culturale, la forza di alcuni settori della sua economia, il paese ha difficoltà di governance e un’influenza sproporzionatamente piccola sulla scena globale. Le sue prospettive economiche e sociali appaiono negative”.

    Alcuni economisti, hanno chiaramente detto di non illudersi sulla nostra sorte e, se continua così, faremo la fine della Grecia!

    Credo, caro Antonio, sia ora di “svegliarci”…. prima che, veramente, dovremo piangere lacrime di sangue!!

    Ti auguro una serena settimana e ciao!

  6. Sulla politica difficilmente mi esprimo, non avendo le conoscenze adeguate per sostenere un discorso impegnato in materia, tuttavia cio’ che accade in italia nell’ultimo periodo è davvero vergognoso questo non posso esimermi dal dirlo.

    Diciamo che questo mio lato del carattere mi ha sempre aiutato a uscire dalle situazioni spiacevoli, non risolve i problemi , ma mi aiuta a vedere le cose in modo diverso. Purtroppo devo deluderti non ho una forte personalita’ …anzi .
    Forse qui mi è piu’ facile nascondere….
    Per il resto, ti ringrazio, non so proprio mentire o fingere, non sono perfetta ne una santa, in tutta franchezza non so bene definirmi, vedo che voi lo sapete fare benissimo per cui vi lascio questo onere molto volentieri . 🙂

    Un bacio grande grande Antonio
    e buona giornata

    kicca

  7. … sarà dura ma alla fine, la spunteremo! Stamattina, noi romani abbiamo visto centinaia di statue della nostra città che mostravano cartelli, anche in inglese, che parlavano della protesta di tanti romani, contro questo governo e contro il B!!

    Le “pasquinate” son tornate, mordenti e impietose come quelle di antica memoria!

    Ciao Antonio, buon inizio di settimana a te!!!

  8. ciao demosk
    non credo che il berly lo mandano a casuccia al momento
    mi pare ci sia troppa voglia di farlo fuori a qualunque costo
    non giova al pensiero costruttivo di una politica alternativa
    comunque prima o poi succederà
    a parte la politica
    il resto
    tutto bene?
    un bacione grande e dolce settimana demosk

Lascia un commento