Bolle di sapone

Sono stato per un po’ di giorni lontano dai blog, perché ho avuto una nuova esperienza, mai avuta prima: ho preso la polmonite. Adesso, non del tutto fuori, sto un po’ meglio, e son tornato.

 

Per rinfrancare lo spirito pubblico una poesia in cui io, ormai in età avanzata e che forse farei meglio a dedicarmi ad altri interessi, mi lascio incantare dalla grazia e dalla bellezza femminile. Come attenuante posso dire che ho  scitto la poesia non di mia iniziativa, ma su richiesta della mamma della protagonista.

 

 

 

 

                                       Bolle di sapone

 

 laura3.jpg

 

 

 

Forse per distrarti,

per allontanare grigie nuvole di malinconia,

o per desiderio di tornare,

per brevi attimi fuggenti,

ancor bambina,

tu, vera donna,

nel fiore dei tuoi splendenti 24 anni,

giocavi a far le bolle di sapone.

 

E mi dicevi: “Guardi come son grandi,

guardi, quanti colori”.

 

E io guardavo…

Ma non le bolle di sapone,

guardavo te,

la gioia del tuo riso,

la tua figura di donna,

i tuoi gesti,

i tuoi movimenti.

 

Fortunato il giovane che ti ama

e che tu ami. 

 

 

 

 

Ora che siete lontani,

tu in Italia lui in Romania,

lui, che non può tra le sue braccia stringerti,

della tua bocca, ch’ora non può baciare,

la voce lui però vuole sentire,

tutte le sere,

quando la lontananza più forte punge il cuore.

 

UNA CANZONE IN SINTONIA CON IL NATALE ORMAI VICINO

Bolle di saponeultima modifica: 2010-12-09T19:12:00+01:00da frondeverdi
Reposta per primo quest’articolo

34 pensieri su “Bolle di sapone

  1. … eh, Antonio, potresti risparmiartele certe “esperienze”?

    Ciao Antonio e buona serata a te! Sono preferibili, invece, certi interessi come quello di dedicare una poesia ad una bella donna. La tua è molto delicata e piena di sensibilità. Si, capisco che i suoi 24 anni sono molto lontani dai nostri, ma sognare non fa male…. la polmonite, invece, si!!

    Quindi, ti auguro una veloce guarigione e… continuiamo a sognare!! Fa bene allo spirito!

  2. Ciao Antonio,
    accidenti, hai preso la polmonite? Cerca di riguardarti, allora!

    La tua poesia è di una delicatezza incredibile e lasciarsi incantare dalla bellezza e dalla grazia femminile, sia pure da lontano, può essere una buona medicina per rinfrancare lo spirito anche in età avanzata. Magari dobbiamo fare attenzione alle delusioni!
    Il cuore non ha età, ma il fisico sì. :-))))))

    Buonanotte!

  3. buongiorno demosk,
    mi spiace molto, ti faccio un grande in bocca al lupo e riguardati amico caro
    ^__^
    In queste bolle di sapone c’è tutta la poesia dell’amore che guarda oltre e l’incanto dei colori che prendono vita da un soffio, bellissima e tenera.
    ^_^
    Ti abbraccio con il cuore
    ^__^ buona domenica demosk
    ciao elda

  4. Caro Antonio!! Per fortuna oggi la polmonite non è più il dramma di un tempo. Ci vuole sole, tanto sole e la guarigione arriva prima.
    Io non sono una scrittrice, ma solo una a cui piace, per natura, giocare con le parole. Mi piace il loro suono quando sono messe nel racconto. E’ un dono genetico (mio padre era come me). Pensa che a 11 mesi giravo per il vaporetto a Venezia attaccando discorso con chi mi piaceva, con la manina tesa dicevo : “Buon giorno Signore, come stanno i suoi bambini?” con gran divertimento dei malcapitati. Ed ho mantenuto la dialettica.. Mia madre pensava fosse normale così, quindi quando mia sorella nacque, siccome non chiacchierava come me alla stessa età fu portata da vari pediatri temendo fosse ritardata.
    Comunque questa caratteristica è stata la mia fortuna e la mia disgrazia. Fortuna perchè mi permette di “comunicare” con chiunque, disgrazia perchè mi danno spesso della chiacchierona, specie in famiglia.
    Così ora taccio spesso e scrivo spessissimo, e chi vuole mi legge, e così non disturbo nessuno.
    Auguri, e mangia Yogurth, agrumi, verdure fresche di colore rosso .
    Anna

  5. Da tempo sono in contatto con Carlo Cornaglia che scrive poesie satiriche anche su “Il Fatto Quotidiano” nella sezione Misfatto. Ora è pubblicato sul Fatto on line il suo blog con le poesie d’attualità. Ed io ho l’abitudine di commentare in versi… senza pretese naturalmente. L’ultimo commento mi è venuto proprio carino e l’ho messo sul blog. Ecco svelato il mistero. Anche mio padre scriveva versi per le “occasioni speciali” di famiglia, specie se “goderecce e piuttosto alcooliche”. Ne conservo alcune in dialetto veneto (il 50% della sua genetica, l’altro è napoletano) che sono delle vere burle. Ciao, caro Antonio, e lo yogurt serve a rinnovare la flora batterica intestinale strocata dagli antibiotici. Possono essere usati anche i fermenti in capsula che vendono in farmacia, ma a me piace di più lo yogurt!

  6. Ciao Antonio, come sempre “azzecchi” anche le sottigliezze delle mie poesie.
    Sì, ci risentiremo ancora, prima di questo Natale che almeno per me è all’insegna di un giorno qualunque, a parte il significato “vero” dell’Avvento, che non festeggerò, ma lo avrò dentro di me.
    A presto!

    Nadia

  7. Buon pomeriggio demosk, spero con il cuore che ti sei rimesso in ottima forma
    ^__^
    Stai attento al freddo, qui neve e gelo bloccano un po tutto e fanno battere i denti.. penso che anche da te non sia diverso
    ^__^
    Buon week end amico mio
    un abbraccio forte, un bacione grande ^__^
    ciao elda

  8. ………….✯*s*✯
    …………*–★–*
    …………✯* ss *✯
    ……………. |

    ………….*•♥•*
    ……… *♥♫♫♫♥*
    ………*♥•♦♫♦♥*
    ….. *♥☺♥☺♥☺♥*
    …..*♥•♥#♥*♥#•♥*
    ….*♥♫♥♥♫♥♫♥♫♥*
    ..*♥♥♥☺♥♫♥☺♥♥♥*
    .*♥♥♣♫♥♥♣☺♥♣♫♣♥*
    *♥♥♥♣♥♫♥♫♥♫♥♣♥♥*
    ……….. ╬╬╬╬╬………..

    E’ arrivato il Natale !!!

    eccomi qua per augurarti di vivere armoniosamente ogni momento di questa splendida festa e che la sua magia illumini il cuore e rafforzi la gioia di condividere e donare, ma sopratutto che ti dia tantissima serenità.
    Buon Natale Demoskaidemos !!!

    Gabriella

  9. ciao demosk
    felicissimo 2011!!!
    ti auguro generoso e stracarico di dolce serenità
    che ogni giorno ti sorrida e porti in te ottimismo e gioia
    amicizia freschezza nel cuore e tante gratificazioni personali
    un abbraccio fortissimo
    ^_^
    a risentirci nel nuovo
    elda

  10. Il fatto che tu abbia ripreso a scrivere, e a dedicarti con passione alle belle creature della vita, mi dice che stai meglio. Luogo migliore non c’è per augurarti un bellissimo 2011 dove regni soprattutto la salute, poi tuto il resto viene da sè.
    Pace e serenità di cuore, caro Antonio…..BUON ANNO a te e a tutti coloro che ami.
    Un abbraccio
    Mammola

Lascia un commento