La Camelia

camelia 4.jpg

      La camelia

 

                Nel giardino

    è rimasta la camelia

      a guardare la casa.

 

Silenziosa e paziente

custodisce i ricordi

di tante vite.

 

I suoi rossi fiori

si confondono con il viola

del lillà;

 

il gelsomino e l’oleandro,

attendono

all’ombra dell’acero.

 

La camelia

scandisce il tempo.

La Cameliaultima modifica: 2010-06-09T19:04:09+02:00da frondeverdi
Reposta per primo quest’articolo

13 pensieri su “La Camelia

  1. Ciao Antonio… apperò che bella camelia fiorita!! Complimenti!! Mi piace quella strofa che dice “…Silenziosa e paziente custodisce i ricordi di tante vite…”

    Mi ricorda la mia camelia che credo abbia una 50ina di anni… ha osservato la vita, le gioie e le sofferenze della famiglia che ha costruito e vissuto la casa in cui oggi vivo io… e da pochi anni, osserva me!! Mi piace pensare ciò che tu hai tradotto in strofa!! Chissà quante ne ha viste!!

    Infine, grazie per i tuoi sempre graditi complimenti!! No, non rinuncio al mio blog, l’ho già affermato in un precedente post… ho rallentato e cambiato un po’ l’indirizzo delle mie riflessioni ma mi piace continuare. Anche per me, molti bloggers sono una preziosa fonte di riflessioni e non voglio rinunciare a seguirli!

    Ti auguro una serena notte e ti lascio il mio affettuoso saluto!

  2. Sai Antonio ,mia nonna (che io amavo tanto ) aveva una grande passione per le camelie ….ne aveva una a cui era particolarmente affezionata ,quando mi sposai me la regalo’ perche’ disse che io ero l’unica che poteva conservarla e curarla con lo stesso amore con cui lei l’aveva curata fino a quel momento …..poco tempo dopo mia nonna mori’ ,ma la camelia è ancora li a ricordarmi il suo grande amore per me ,a cio’ che mi ha insegnato e a tutti i bei momenti che abbiamo condiviso (lei mi ha cresciuto perche’ mia madre lavorava ).
    Scusa se mi sono lasciata andare ai ricordi ,ma mi faceva piacere condividere con te questo pensiero e ringraziarti di avermelo riportato alla mente . ^__^
    buona serata Antonio
    baci baci
    kicca

  3. Avevo una camelia a cui ero molto affezionata,poi volendola tenere vicino a me in casa, l’ho persa. Eccessivo affetto,come succede anche alle creature umane .
    Ma non riesco ad essere indifferente nè alle persone,nè alle cose che sollecitano il mio interesse.
    U n dolce sorriso.
    Corinina

  4. Caro Amico mio!! Purtroppo devo confessarti che non amo molto nè le camelie nè le rose. Entrambe hanno il “difetto” di durare “l’espace d’un matin”… come diceva il poeta, e a me dispiace vederle sfiorire. Adoro invece le margherite, quelle selvatiche che nascono spontanee, e, solo da pochi anni ho scoperto i fiori delle piante grasse… sono splendidi. I loro colori hanno un tono “diverso” dagli altri fiori.
    Ti lascio un abbraccio, Anna

  5. Ciao, caro romantico Antonio,
    La camelia è un albero longevo e sicuramente la tua avrà condiviso eventi che fanno parte della tua vita. Custodirà i ricordi sia belli che brutti e come un orologio scandisce il tempo del tuo futuro, che ti auguro sia splendente come il sole appena spuntato oltre la collina e colorato come l’arcobaleno dopo una tempesta.
    Un abbraccio.
    Nadia

  6. ciao Antonio, l’ho letto sopra credo sia il tuo nome vero, grazie del tuo apprezzamento e delle belle parole che non si fermano all’aspetto superficiale delle emozioni che esprimo ma carpiscono un po’ di quello che cova nel mio animo. Il sito archeologico nella foto è quello del palazzo di Cnosso a Creta.
    Non sono una brava fotografa, quando giro mi accontento di fermare qualche impressione, giusto per scandire il tempo della vita. Come la tua bellissima camelia. Lei custodisce i segreti della casa, gioie e sofferenze, storie di vissuto di tante persone nel giardino della vita, i miei scatti nel giardino della mia memoria.
    un caro abbraccio e dolce week end

  7. Grazie, Antonio, per la visita e il commento molto graditi. Purtroppo è tutto vero: la legge bavaglio interessa anche i blog, basta che tenti di “farla fuori del vaso” e ti piombano addosso con sanzioni pecuniarie e pure con il carcere. Forse non tutti hanno capito la gravità di un tale provvedimento contro la libertà di stampa e la libertà di esprimere liberamente le proprie opinioni. Non casualmente fu anche tra i primi provvedimenti del mai troppo deprecato regime fascista al quale purtroppo alcuni, ancora oggi, si ispirano senza vergogna.

    Bellissima la tua poesia sulla camelia, è tra i miei fiori preferiti, ne ho da quasi vent’anni una sul terrazzo e, anche se in vaso, continua a crescere e a fare una miriade di fiori in primavera: ne ho inserito la foto anche in uno dei miei album fotografici – http://paginecorsare.myblog.it/album/fiori-e-piante/579087198.html

    Un saluto da Angela e buon fine settimana

  8. Bellissime ! La camelia , la poesia , la casa , la foto . Complimenti ! ” Resistere, resistere, resistere ” , Borrelli lo ha detto più di otto anni fa e forse la resistenza non è stata proprio al massimo , se oggi siamo a ‘sto punto .
    Pessimo punto , secondo me . Speriamo bene …… buona settimana ! wally

  9. Carissimo…non ho ancora capito come ti chiami ….. uomo dai molteplici nomi e nick… ma sei uno solo…sensibile e affettuoso, dolce compagno di viaggi virtuali … sono contenta che quando vieni da me tu diventi più ottimista…mi piace immaginare che sorridi alla vita, e che quardi queste camelie con l’amore di chi ha vissuto con te la vita e te la racconta…col semplice suo esserci ….
    …buona serata e un abbraccio fiorito e colorato …

Lascia un commento