Per la libertà dei bloggers e di tutti

 

Anch’io aderisco con piena convinzione a mobilitarci contro la legge bavaglio sulle intercettazioni e riporto la prima parte del post, pubblicato sul blog:

 http://ilcorvo.myblog.it/ 

con cui sono stato invitato a manifestare la mia opposizione alla legge reazionaria che vuole anche mortificare e uccidere la libera espressione dei bloggers.

 

 

 

 

 

 

Blog: di rettifica si chiude
Ringrazio Georgia che me l’ha segnalato
SIETE INVITATI A DIFFONDERE QUESTA NOTIZIA. GRAZIE

La cosa più sconvolgente del disegno di legge sulle intercettazioni approvato dalla Commissione Giustizia del Senato è che più si va avanti nell’iter legislativo e più viene peggiorato. Ciascun esponente della maggioranza vuole aggiungerci qualcosa di suo per lasciare il segno indelebile di censore e far piacere al capo.

Al centro della censura sarà soprattutto chi – come molti di voi – scrive notizie in rete. Perché con queste nuove norme tutti i siti (anche quelli amatoriali e non registrati come testate giornalistiche) diventano come i giornali, soggetti quindi all’obbligo di rettifica regolato dalla “Legge sulla stampa”.

Qualsiasi persona che sarà citata su un sito o blog potrà fare richiesta di rettifica: in questo caso, il blogger “deve pubblicarla entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono”. Per chi non rispetta tempi e modi previsti, la sanzione non è irrisoria: si rischia una multa fino a 12.500 euro.

Questo vuol dire che dietro un blog o un sito amatoriale deve sempre essere disponibile qualcuno per pubblicare la rettifica. Il blogger non può andare più in vacanza, assentarsi il fine settimana, decidere di prendersi un periodo di pausa dalla rete.

Oppure ci si immagina che dietro ciascun portale – anche amatoriale – ci sia sempre una redazione. È la tomba della libertà di informazione in rete. Soprattutto ora che si è visto che grazie a Internet si possono creare mobilitazioni importanti, senza la necessità di grandi risorse economiche o dell’appoggio dei grandi giornali.

Non sorprende questo accanimento censorio contro la libera circolazione delle idee: è tipico dei regimi in agonia. La storia lo insegna, da Mussolini a Ceausescu. Nel momento di esalare l’ultimo respiro i dittatori hanno stretto sempre più le loro maglie censoree. Ma più lo facevano e più le voci dell’opposizione si alzavano forti. Per questo è venuto il momento di urlare il nostro rifiuto. Più forte sarà e prima arriverà la fine del regime berlusconiano.

[Fonti: blog “Georgiamada“, blog “Di Pietro” ed altri blog]

 

 

Per la libertà dei bloggers e di tuttiultima modifica: 2010-05-29T20:34:00+02:00da frondeverdi
Reposta per primo quest’articolo

17 pensieri su “Per la libertà dei bloggers e di tutti

  1. CIAO ANTONIO , IL CORVO E’ UN TUO VECCHIO AMICO ……………. BRUNO710 .
    .
    LA SEGNALAZIONE MI E’ STATA INVIATA DA ANGELA …….. PAGINE CORSARE CON L’ INVITO A DIVULGARE …., COSA CHE IO HO FATTO .
    .
    PURTROPPO HO LETTO IN GIRO PARERI DI GENTE CHE DICE DI ESSERE DI SINISTRA , CHE CON ARGOMENTAZIONI STRANE , SOSTENGONO CHE I BLOGGER NON SONO INTERESSATI DAL DDL BAVAGLIO .
    .
    IO SUL MIO BLOG HO SOTTOLINEATO UNA SERIE DI EMENDAMENTI CHE PER ME , SONO ELOQUENTI ED EPLICITI , IN OGNI CASO IL MONDO VIOLA E’ GIA’ IN PIAZZA A MANIFESTARE .
    .
    GRAZIE …….. UN SALUTO .

  2. Ciao Antonio ,la poesia non è mia ,è di paolo pascucci (paopasc) che ha un blog sulla fisiologia della mente e si diletta comunque a scrivere racconti e poesie ….
    siamo amici e siccome mi piace cio’ che scrive ,gli chiedo di tanto in tanto di scrivermi qualcosa e lo pubblico da me .
    Penso che sia importante variare ,altrimenti chi legge potrebbe pure stufarsi di leggere sempre e solo me 🙂
    Scusami se certe volte sono un po’ irruenta ,non lo faccio apposta ….è carattere !!! :))) (diciamo che sono spesso entusiasta )
    Anche a me piacciono i tuoi commenti ,sei sempre gentile educato e molto garbato e questa è merce rara .
    Ti auguro una serena domenica
    ti lascio un bacio affettuoso.

    a presto
    kicca

  3. Grazie dellla visita e del commento al mio post . Dici bene , “rapporti molto stretti tra mafia e politica è cosa fin troppo evidente” ed ormai , aggiungo io , non ci meravigliamo nemmeno più . Che mi stupisce un po’ , invece , è che molto venga fuori solo adesso . Che si voglia buttare a mare qualcuno !?
    Riguardo al post sulla censura in rete , secondo me , non è esatto che ” nel momento di esalare l’ultimo respiro , i dittatori hanno stretto sempre più le loro maglie censorie” . Mussolini disse fin dal ’24 o ’25 , negli anni della costituzione del regime , che ” … gli italiani vanno anestetizzati.. ” E si comportò di conseguenza , purtroppo ……. Buona domenica ! wally

  4. Ciao Demos ,anch’io protesto fortemente contro la legge governativa delle intercettazioni. Abbiamo stabilito in accordo con altri amici di Roma e di altre città di commentare per 5 o 6 giorni sul web o in una libreria frequentata brani d’autore sulla libertà. Al Quirino di Roma la prima volta si terrà il 31 maggio alle h. 17.Sarà presente il simpatico giallista Camilleri. Io riporterò sul mio post qualche frammento d’una lettura significativa sull’argomento.
    Un buon w.e.
    Corinina

  5. Ciao Antonio…magari lo avessi scritto io quel pezzo…è di Massimo Fini, mi è piacito al volo oltre che per il mesaggio anche per i toni che sono piaciuti anche a te…sulla libertà di espressione si giocherà la prima partita importante…se gli italiani non si ribelleranno in massa sarà l’inizio di un nuovo totalitarismo…vediamo che succede…

  6. Ci siamo ancora con questi bavagli..ma diamo molto fastidio??? E poi che pretese, di vederci incollati qui a rettificare…eppure i blog e i siti e internet hanno fatto tanto del bene che proprio non sarebbe giusto…pensa alle vite che hanno salvato..o anche quanti buoni sentimenti e idee sono emersi…da internet e dai blog ecc….basterebbe oscurare quelli che propinano robe malvage, invece questi trovano gli escamotage e sono sempre in auge, se la svicolano da ogni censura!!
    …Grazie per il tuo bel commento da me…credo che oggi essere persone davvero per bene sia da pochi, e continuare ad esserlo, sempre e comunque, richiede un ausilio divino, e più d’uno…ma ci riusciremo….
    Un abbraccio forte forte…e buona settimana…a presto

  7. Ciao Antonio e serena settimana a te!! Stò seguendo con molta attenzione l’evolversi del DDL sulle intercettazione e, quindi, non ho ancora affrontato l’argomento sul mio blog. In particolare, ho alcuni dubbi su questa iniziativa perché, leggendo il DDL ed i non pochi emendamenti che sono disponibili sul sito del Senato, non credo che l’allarme sia da trasmettere così generalizzato ma da ricondurre all’oggetto del DDL in questione: la diffusione delle intercettazioni.

    Il riferimento agli “strumenti informatici” tra cui siti web e blog, è sempre e comunque da ricondurre alla possibilità di diffondere il contenuto di intercettazioni. Anche se tutto ciò è comunque grave, non credo si possa parlare di un “bavaglio” generalizzato al tipo di informazione fatta da un blogger o siti web ma ad impedire che tutto ciò che non esce su “carta stampata”, relativamente ad indagini della Magistratura e ad intercettazioni, possa comunque essere divulgato in rete!!

    Ripeto, è grave… ma credo che il messaggio che si stà trasmettendo non è esatto!! Peraltro, non ho trovato ancora “prove” contrarie a ciò che affermo!!

    Buona serata a te e ciao!

  8. BUONA SERA ANTONIO .
    .
    IO HO APPROFONDITO L’ ARGOMENTO E HO ANALIZZATO TUTTI GLI EMENDAMENTI FIN ORA ACCETTATI SIA IN SEDE DI COMMISSIONE E SIA IN SEDE DI DIBATTITO PARLAMENTARE …………… .
    .
    PURTROPPO E’ PROPRIO COSI’ , SE IL TESTO NON VIENE CAMBIATO , E’ UN VERO E PROPRIO BAVAGLIO AI BLOG .
    .
    COME PRIMA COSA , SI VUOLE FAR PASSARE ……… SOTTOBANCO , IL CONCETTO DI EQUIPARAZIONE TRA UN BLOG , CHE E’ UNA ESPERIENZA PERSONALE E SENZA PROFITTO , A QUELLA DI UN GIORNALE O PERIODICO , CHE E’ UNA ESPERIENZA PROFESSIONALE E REMUNERATA .
    .
    .
    INSOMMA , ASSOGGETTARE IL BLOGGER A TUTTE LE NORMATIVE E DIVIETI CHE ESISTONO IN MATERIA DI STAMPA PUBBLICA , NEGANDO LA VERA NATURA DI UN BLOG , CHE E ESPRESSIONE DI PENSIERO LIBERO E NON A SCOPO DI LUCRO ………………….. LA LIBERTA’ .
    .
    INOLTRE SONO STATI ACCETTATI EMENDAMENTI CHE PREVEDONO , IN MODO GENERICO E NON INDIRIZZATI O RICONDOTTI A NESSUN ARGOMENTO , IL DIRITTO DI RETTIFICA , NONCHE’ L’ OBBLIGO ALLA STESSA .
    .
    .IN POCHE PAROLE , SE IO SUL MIO BLOG DICO CHE QUEL TALE CHE , RIDEVA DELLE VITTIME DEL TERREMOTO , E’ UNA PERSONA ………………. , QUEL TALE FINO A QUANDO NON SARA’ CONDANNATO IN MODO DEFINITIVO E CIOE’ , NEI TRE GRADI DI GIUDIZIO ……. PENALE , APPELLO E CASSAZIONE , POTRA’ RICHIEDERTI DI RETTIFICARE E SE RAVVEDE UN DANNO ALLA SUA IMMAGINE , CHIEDERE LA CHIUSURA DEL TUO BLOG AL GARANTE E FARTI CAUSA ED OTTENERE UN RISARCIMENTO ………. DOPO SI VEDRA’ .
    .SPERIAMO CHE VIA FACENDO , QUESTO VENGA CAMBIATO …………. DUBITO .
    .
    UN SALUTO .

  9. ciao, anch’io sono per la libertà in senso lato
    la vita senza la possibilità di libera espressione e circolazione di idee e opinioni sarebbe una prigione mentale, a parte il valore democratico e l’impoverimento collettivo, chiunque subirebbe una lenta morte
    un carissimo saluto e dolce fine settimana

  10. Ciao Antonio ,sei davvero molto carino ,i tuoi mommenti mi fanno sempre tanto piacere e anche sapere che sei affezionato a me .
    La mia gatta la sa lunga ,sono lieta che ti sia piaciuto il post ,non so se che ce ne saranno altri…..ma credo di si 🙂

    Intanto ti auguro una buonissima serata
    ribaci ^__^
    kicca

  11. Ciao Demos,a furia di protestare si otterrà credo qualche sconticino sul decreto intercettazioni,ma non saranno modifiche consistenti ,quindi conviene insistere ed alzare la voce fino a che non sarà recepito bene il dissenso. Ti auguro un buon fine settimana .A presto.
    Corinina

Lascia un commento