Una poesia, non mia, ma per me bellissima

Penso di fare una pausa estiva. Ma prima pubblico una poesia, non mia, ma scritta dalla più cara amica di mia moglie.

Si parla di Coazze, una località di villeggiatura di mezza montagna a circa 35 km da Torino. Per chi vuole notizie di questo comune montano può visitare il link seguente:

http://www.stile.it/articolo/coazze-ognuno-a-suo-modo/215331

 

In questo comune ha soggiornato anche il premio nobel Pirandello.coazze 2.jpg

Angelo Ruffino è un signore di Coazze che, a sue spese e col suo sudore, ha creato un sentiero tra i boschi, che lui stesso ha chiamato “Passeggiata dell’amore”.

La cagnetta Pupi non sarà mai abbandonata dalla sua padrona: questo lo dico perché ho visto che alcuni bloggers sono preoccupati per questa brutta usanza estiva di abbandonaregli animali domestici durante le vacanze da parte di un certo numero di italiani.

Ferruccio e Sebastiano sono due partigiani caduti durante la lotta di liberazione contro il nazi-fascismo.

Popolar poema

dedicato ad Angelo Ruffino, ideatore della “Passeggiata dell’amore” in quel di Coazze

 

Cara Pupi, alle cinque della sera

che si fa?

La cagnetta bianca e nera

Lei non ha perplessità.

 

Al pilone giri a destra

e un bel prato si aprirà.

Poi un ponte in pietra e legno

all’amore porterà,

dove son castagni e felci,

ruscelletti

e fringuelli e noccioleti!

Brava Pupi! Ottima idea

ora il caldo svanirà.

 

Pupi, attenta! Chi va là?

Qui c’è l’ Attila che avanza,

non degli Unni la semenza,

ma un bel cane color miele,

che vuol nuova conoscenza.

Ma più avanti da una casa

gran schiamazzo spunta già.

Son due cani minacciosi

Presto, Pupi, passa e vai

su pel bosco, più serena

tu sarai.

 

Alla Varda, la fontana,

è un salotto di panchine

bimbe, bimbi, nonne e nonni

è un continuo bla bla bla.

Ma che caldo ch’ ora fa,

e chissà se pioverà.

 

Se la strada è dell’amore

essa apre un poco il cuore

e siam tutti un po’ portati

della vita anni passati

alla mente riportar.

“Alla Fiat ho lavorato

casa mia era il reparto.”

“Per tant’anni ho faticato

a pulire e rassettar

e tappeti a spolverar.”

“ Io il mondo ho io girato

mari e monti ho valicato

ai turisti accompagnar.”

 

 

A sinistra scorre il rio

mai medesimo a se stesso

tutto passa, tutto va.

Scorre l’acqua,

e così passa la vita

troppo presto essa è finita

per Ferruccio e Sebastiano

morti per la libertà.

L’acqua scorre,

ma lì è la croce,

noi passiamo

è lì son loro.

Ventun anni per ciascuno

morti per la civiltà.

 

Corri, Pupi, corri svelta

passa il ponte,

vieni giù,

guarda l’arco del cuculo

che ben presto canterà.

 

Si apre il bosco alla pianura

e alla mente torna il dì

dell’infanzia ormai perduta

di paesaggi sì lontani

ma fratelli a questi qui.

 

Torna, Pupi, è tardi ormai

cala il sole, l’aria imbruna

da chi aspetta occorre andar.

Lì rimane un po’ stranita

non ha voglia di tornar

e il mio cuore è là con lei

un po’ preso dai pensieri

da memorie e desideri.

 

Grazie Angelo e compagni

grazie tante a piene mani

Per le ore in lievità

tra le more e il muschio verde

mente libera da affanni.

Grazie tante anche da Pupi

che nel freddo dell’inverno

sul cuscin della sua cuccia

questa strada sognerà.

 

Franca Barberis

Luglio 2009

 

 

 

 

 

 

Una poesia, non mia, ma per me bellissimaultima modifica: 2009-07-22T19:05:36+02:00da frondeverdi
Reposta per primo quest’articolo

21 pensieri su “Una poesia, non mia, ma per me bellissima

  1. Mi hai ricordato la val di Lanzo. Abitavo a Ciriè ed andavamo spesso su per quel di Lanzo, fino in alto dove c’erano solo i pascoli. Ora vado per le campagne della bassa padana.. e forse in futuro tornerò alla campagna romana. Ho avuta una vira “raminga”, vorrei tanto frmarmi, ma il destino.. Non ho scelto una volta di andare.. ho sempre seguito qualcuno. Buone vacanze, aspetto il ritorno, Anna

  2. Ciao demoskaidemos, mi fa piacere che va tutto bene. Purtroppo, qui da me il caldo non è cessato, speriamo presto che piova.

    Mi fa piacere, inoltre, che ciò che ho pubblicato ti sia stato utile, per quanto riguarda la tua cultura generale. Buona domenica!

  3. Bentornato allora 🙂
    Grazie mille dei tuoi complimenti ,mi hai fatto emozionare ,io sono solo una donna che cerca di scrivere quello che prova ,lo faccio sopratutto per comprendere i miei sentimenti ,che poi piaccia ,mi fa molto piacere 🙂

    A presto
    un abbraccio
    kicca

Lascia un commento