Consenso immaginario

Lettera pubblicata su LA STAMPA, quotidiano di Torino,  del 12 novembre 2008 

 Il Pdl e le cifre del consenso
L’on. Bonaiuti ha dichiarato che l’attuale governo gode del gradimento del 56% degli italiani e Berlusconi del 72%. Ma nelle elezioni di domenica scorsa nella provincia di Trento il partito del Cavaliere è arrivato al 12,26%, se poi si tiene conto che nel suo partito confluiscono anche i voti di An, si può ragionevolmente concludere che in queste elezioni il gradimento per Berlusconi è stato intorno all’8%. E’ vero che la provincia di Trento non rappresenta tutta l’Italia, tuttavia sarà bene che l’on. Bonaiuti rifletta un po’ su quel fantastico 72%, che a Trento e provincia precipita all’8%.
ANTONIO ODONE, TORINO 

 

Consenso immaginarioultima modifica: 2008-11-12T21:43:10+01:00da frondeverdi
Reposta per primo quest’articolo

11 pensieri su “Consenso immaginario

  1. Ciao Antonio,ti volevo chiedere,ma berlusconi che difende putin,e dice che gli states lo provocano?
    Se non mi ricordo male,e il suo amichetto bush che si era infuriato per i fatti della georgia…
    Comunque grazie per i commenti,apprezzo sempre ogni tuo intervento,e scusami dello sfogo,ma effettivamente siamo in mano ad un governo anti usa
    ormai e’ ufficiale…
    p.s.anche bambolotta si chiama aurora ,ma a detta sua il nome e’ reale,almeno ora c’e’ rimasta solo lei….

  2. Se si fossero fatti sondagi nel 1939 probabilmente Mussolini avrebbe ottenuto il 90% di consensi…….poi sappiamo come è andata a finire.
    Con questo non voglio dire che SB e BM abbiano niente a che spartire, ma semplicemente che il gradimento non è un valore in se.
    In una situazione di crisi sistemica come quella che stiamo vivendo, che in Italia si innesta su una situazione già compromessa avremmo bisogno di un governo che, per fare le cose giuste, fosse disposto ad accettare l’impopolarità, avremmo bisogno di una donna con le pa…., come lo fu la Tatcher, e non di un uomo senza. Purtroppo Berlusconi è proprio questo un vecchio bambinone bisognoso di affetto e di approvazione; povera Italia!

  3. Caro pasqualet, avrei voluto entrare in un tuo blog per rispondere al tuo commento ricco di cose giuste ed interessanti, ma non sono riuscito: in realtà non so neppure se tu hai un blog. Perciò ti ringrazio quà sul mio.
    In particolare desidero dirti che non ho mai trovato una definizione più bella e appropriata su Berlusconi di quella che tu hai dato: “vecchio bambinone bisognoso di affetto e di approvazione”. E quand’anche non fosse la più bella in assoluto, certamente sta nel gruppo delle più belle ed esatte.

  4. Ciao Antonio, complimenti per il post e grazie per averlo messo in versi e mandato a commento della mia poesia. Sei, come sempre, bravissimo e ironico. Fammi sapere cosa ne pensi di Villari, nuovo presidente della Commissione vigilanza, ma soprattutto di Veltroni, che l’ha così accuratamente scelto per l’inserimento nelle liste elettorali. Tafazzi è sempre attivo…
    Ciao
    Carlo

Lascia un commento