Tornano le leggi “ad personam”

 

Da “Profuno di casta”: articolo di Massimo Gramellini pubblicato su “LA STAMPA” del 13/6/08 ,quotidiano di Torino. 

 

 

 

…………….ecco farsi largo un’ultima novità che tanto nuova non è: la sospensione dei procedimenti a carico delle massime cariche dello Stato. Il restauro del famoso lodo Schifani, che già molti mal di pancia procurò al governo di centrodestra nella legislatura d’inizio millennio e che stavolta si applicherebbe anche al politico che lo propose, divenuto nel frattempo presidente del Senato. Ma si applicherebbe soprattutto a Berlusconi, dando fiato ai sospetti di chi dietro questo provvedimento di scarsissimo interesse per la collettività ne vede affiorare uno, impellente, del premier. La sensazione rimanda a un tempo lontano, quello delle leggi ad personam, che i primi passi del nuovo governo sembravano aver archiviato nell’album dei ricordi. Invece, con questo fantasma sulle spalle, la norma sulle intercettazioni smarrisce il profumo iniziale di giustizia e torna a emanarne un altro ben noto. Profumo di Casta.

Tornano le leggi “ad personam”ultima modifica: 2008-06-13T11:48:29+02:00da frondeverdi
Reposta per primo quest’articolo