Perché mi guardi serio e non sorridi mai?

                   Perché mi guardi serio e non sorridi mai?

 

Massimiliano
o bel bambino,
luce e splendore
di piazza Gluck,
perché con gli altri
allegro parli
e lieto ridi,
sei affettuoso,
a tutti mandi
la bella luce
dei tuoi sorrisi,
me invece guardi
serio e sdegnoso?
Che cosa in testa
dunque tu hai
ché un tuo sorriso
io non ho mai?
Questo tuo sguardo
con me imbronciato
lo capirei,
se io t’avessi
un dì menato,
ma un tal misfatto
mai non c’è stato.
Forse mi senti
come un nemico
da distanziare,
e che vorresti
addirittura,
oh che paura!,
ghigliottinare?
Ma  a te, bambino,
non si conviene
una tal truce
attività,
pur se c’è stato
uomo di Francia
di te omonimo,
che dei francesi
nobili teste
ghigliottinava
senza pietà.
S’acquisterai
di Robespierre
la giusta fama
d’uomo incorrotto,
farai contento
il tuo papà,
che a tal virtù
di quel francese
ebbe a pensare
quando il bel nome
Massimiliano
scelse per te;
ma il tagliar teste
lascialo fare
a chi capire
proprio non sa
qual è dell’uomo
la dignità.
A te perciò,
Massimiliano,
che giunto sei
in su la vetta
dell’anno primo
della tua vita,
questo è l’augurio
ch’ora ti faccio:
sol cose belle
tu, bel bambino,
possa trovare
nel tuo cammino;
e se vorrà
il tuo destino
che pure tu
un qualche scontro
debba affrontare,
che ti riesca
quello ch’ è brutto
in cosa bella
far ritornare,
con quel aiuto
che Dio ci dona
a chi s’impegna
in cosa buona.

Perché mi guardi serio e non sorridi mai?ultima modifica: 2008-03-19T22:47:24+01:00da frondeverdi
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Perché mi guardi serio e non sorridi mai?

  1. Molto carina questa poesia, è in onore del primo compleanno di tuo figlio? Se è così tanti cari auguri al piccolo Massimiliano…e tanto per restare in tema, Auguro una Pasqua felice e serena a te a alla tua famiglia,
    Un abbraccio..
    Kiara

I commenti sono chiusi.