Parlamentari in difesa di se stessì e dei propri privilegi

    La crescita delle poltrone   Il governo è stato di parola: appena ottenuta la fiducia alla Camera, ha varato gli annunciati provvedimenti per la crescita. Crescono infatti le poltrone del governo medesimo: ce ne sono tre nuove, due da viceministro e una da sottosegretario. Inutile aggiungere «a chi» tali poltrone siano andate: i due nuovi viceministri sono deputati che … Continua a leggere

Strani gusti

  gLI STRANI GUSTI Di berlusconi   Poco tempo fa dichiarava : “Io amo l’Italia”   E poco dopo: “L’Italia è un paese di merda”   E di nuovo (16 settembre 2011): “Amo  l’Italia”     Conclusione inaspettata ma logica: Berlusconi ama la merda. Oppure, dopo 17 anni di governo pensa di aver ridotto l’Italia a una merda?   Ma … Continua a leggere

Di un eroe morto che ne farà?

Per me uno giusto rticordo del parà italiano morto in Afghanistan è dato da questa canzone di De Andrè, invece che dalle solite manifestazioni ufficiali.       Dopo il capolavoro di De Andrè sarebbe bene non aggiungere altro sugli eroi di guerra. Perciò chiedo scusa agli eventuali lettori se, contravvenendo a quello che ho appena detto, pubblico una poesia in … Continua a leggere

Lettera di don Ciotti sulla recente legge contro gli immigrati

  Tralascio per una volta la poesia; pubblico invece una lettera inviata al quotidiano LA STAMPA da don Ciotti, che penso sia conosciuto a livello nazionale, anche se non ama la pubblicità televisiva. In particolare si è sempre rifiutato di andare,  (in quella che io definisco “tribuna di vip e di potenti”),  a “Porta a porta, come disse espressamente con … Continua a leggere

Chi va perdonato?

Ho ricevuto da un mio amico una e-mail. La pubblico come spunto di riflessione e discussione   “Sul caso Englaro, il Vaticano: “Che Dio li perdoni”. Sarebbe più giusto ed umano dire … che Beppino Englaro e sua moglie provino a perdonare il Vaticano.” A commento di questo post aggiungo una lettera inviata a LA STAMPA, quotidiano di Torino, del … Continua a leggere

4 lettere a LA STAMPA, quotidiano di Torino

Quattro lettere, una dopo l’altra, pubblicate su LA STAMPA del 5 agosto 2008   Chi è turbato dalle tette di Tiepolo Dopo il seno velato della Verità del Tiepolo dobbiamo aspettarci l’esercito impegnato a coprire con drappi e mantelli le nudità delle opere d’arte presenti in piazze e musei e orgoglio dell’arte nazionale? Ma davvero in – si fa per … Continua a leggere

Politici ipocriti

Fini e altri politici hanno fatto la solita sceneggiata di indignazione per il gestaccio di Bossi contro l’inno di Mameli e precisamene contro le parole “schiava di Roma”. E non capiscono (o fanno finta di non capire) che il vero insulto contro l’Italia e la sua Costituzione non sta nel gestaccio predetto, ma nelle parole pronunciate contro i professori meridionali. Queste … Continua a leggere

Un post da leggere

Ieri ho letto un bellissimo post del 12-2-08 intitolato: LA DEMOCRAZIA SECONDO A. DE BENOIST sul seguente blog: http://giorgiopartecipativo.myblog.it/. Vi invito a leggerlo. A me ha chiarito e anche in parte confermato le mie peroplessità sulle democrazie occidentali

Berlusconi, una rovina per il Paese

Su LA STAMPA , quotidiano di Torino, dell’ormai lontano venerdì 17 luglio 1998, veniva riassunta un’intervista (intitolata “Berlusconi, una rovina per il Paese”) che lo scrittore Camilleri, il giallista più letto in Italia, aveva rilasciato a “L’Espresso”. In essa Andrea Camilleri accusa la Fininvest di essere riuscita “a degradare il mondo della Rai che aveva le sue regole, che sapeva … Continua a leggere