Nuova legge ad personam

La camera dei deputati ha approvato il così detto processo breve e cioè una nuova legge fatta apposta perché berlusconi non subisse una condanna penale per il reato di corruzione di testimoni. Riporto i passi più significativi di una articolo del giurista Carlo Federico Grosso pubblicato su LA STAMPA, quotidiano di Torino, del 14 aprile 2011.

 

 

 

 

 

 

14/4/2011

 

La riforma aiuterà i corrotti

 

 

CARLO FEDERICO GROSSO

 

Tutti sanno che la prescrizione abbreviata risponde all’interesse del premier nel processo Mills. Si può dire, anzi, che i suoi dettagli sono stati studiati per favorire il Presidente: l’abbreviazione vale per gli incensurati, e Berlusconi è incensurato, l’accorciamento non è elevato, ma quanto basta per evitargli una condanna…

La prescrizione era già stata accorciata nel 2005, senza che fossero state, già allora, previste le riforme indispensabili per consentire un’accelerazione dei processi. Ciò ha causato una situazione pesante, con oltre 150 mila reati estinti all’anno..

Le conseguenze appaiono d’altronde ancora più gravi se si considerano i reati che saranno i più toccati, perché commessi da incensurati. Un incremento rilevante di reati prescritti si verificherà fra i reati dei colletti bianchi. Si pensi ai processi per truffa, per aggiotaggio, per bancarotta, per incidenti sul lavoro


Non solo. In taluni casi la normativa contraddice linee di politica criminale assolutamente prioritarie. Si consideri la corruzione. Le statistiche parlano di un suo incremento del 30%. Giuristi ed economisti chiedono, da anni, un’apposita legge anticorruzione (fra l’altro imposta dalla normativa europea). Ebbene, poiché i pubblici ufficiali corrotti sono, di regola, incensurati, con la nuova legge l’Italia, incrementando i reati prescritti, favorirà, anziché contrastare, la corruttela. Una vergogna, tanto più che il Parlamento, nel frattempo, si guarda bene dall’approvare il disegno di legge anticorruzione.



Il Guardasigilli (cioè il ministro Alfano) ha sostenuto che l’aumento delle prescrizioni sarà minimo (0,2%). Il dato è contestabile (il Csm ha parlato del 10% in più)…”

 

E qui faccio un mio commento: è proprio questa affermazione di Alfano che dimostra la volontà di fare una legge ad personam per evitare che Berlusconi si prendesse la condanna penale per aver corrotto un testimone, cioè l’avvocato Mills. Se infatti questa legge prescrive solo lo 0,2% dei reati è praticamente inutile per l’interesse generale dei cittadini, ma molto utile per Berlusconi e i suoi amici.

E che dire della incoerenza di Bossi, Maroni e degli altri della Lega, gli uomini della tolleranza zero, che vogliono che la legge penale sia severa e chi commette reati vada in prigione, i quali poi approvano disciplinatamente una legge che assicura l’impunità a chi commette reati?

 

.

 

 

 

Aggiungo ora una poesia, per modo di dire, che mi aiuta a svagare la mente dallo squallore e disonestà della politica italiana

 

                    

                                                            

                         Hai forse scheletri dentro l’armadio?

 

 

 

                                            Qual mai strategia ha Silvio pensato

per contrastar la povertà ch’avanza,

perché tra ricchi e poveri attenuato

sia il divario e l’ingiusta distanza?

 

Ebben, lui come fastidioso uccello

che stonato non smette di gracchiare,

sempre ripete uguale ritornello:

“La giustizia bisogna riformare”.

 

Diminuisce, ahimè, l’occupazione,

il lavoro è difficile trovare,

e lui ripete senza interruzione:

“La giustizia bisogna riformare”.

 

I soldi nelle banche collocati

rischiano carta straccia diventare,

e lui, agli italiani spaventati, :
”La giustizia bisogna riformare”.

 

Questo è ‘l rimedio da Silvio escogitato

per far fronte alla dura congiuntura.

Tal tipo di riforma ha poi pensato

quasi antidoto per ogni sventura:

 

“Se indagare vorrà un magistrato

od iniziare il processo penale,

ciò farà se da ME autorizzato:

quest’è ‘l rimedio alla crisi che assale”.

 

C’è chi domanda, ma senza malizia:
”Silvio, perché questo tifo da stadio

tu fai per riformare la giustizia?
Hai forse scheletri dentro l’armadio?”.

 

 

 

 

Frasi di Andrea Camilleri

 

 

:Ogni tanto di notte quando passa il tram, le ossa vibrano leggermente e a quel suono gli si rizzano i capelli sintetici, teme che le ante dell’armadio si aprano e che forme non di fantasmi, ma di giudici in toga balzino fuori agitando come nacchere scintillanti manette.

Riferimento: No Cav Day 8 luglio 2008 riferimento a Silvio Berlusconi

 

Ha più scheletri dentro l’armadio lui, che la cripta dei cappuccini a Palermo!

Riferimento: Riferito a Berlusconi, 8 luglio 2008 Cav day.

 

Onde ridurre ulteriormente le spese, il Ministro della giustizia ordina che… solo per lui la prescrizione sia preventiva e pregressa ancor prima che i processi siano prefissati a ruolo e pertanto i P. M. che li scrissero nel registro degli indagati siano pregiudizialmente mandati in proscrizione. Per favore attenti agli errori di stampa.

Riferimento: No Cav Day 8 luglio 2008 riferimento a Silvio Berlusconi.

 

 

Nuova legge ad personamultima modifica: 2011-04-14T22:03:18+00:00da frondeverdi
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “Nuova legge ad personam

  1. Ciao, ho letto il tuo post con una grande tristezza, è tutto vero e tutto schifoso……Per fortuna che in una giornata ci sono altre cose che ci levano il pensiero dalla politica altrimenti viene una rabbia che rovina le giornate senza poter far nulla. Ecco l’impotenza di noi cittadini comuni mortali è frustrante, ci hanno dato il diritto al voto ma per cosa fare?! Sono altri i problemi che il cittadino dovrebbe affrontare insieme e non lasciare che i politici marci, corrotti decidano per noi, assurdo!!! Interessante anche se non nuova come notizia, si sà chi è Berlusconi, un truffatore, forse il più grande di tutti………..

  2. … e non passa giorno che, senza più pudore, non rinnovino il loro attacco a Costituzione, leggi e sistema istituzionale! Tutto, per stabilire un principio: il Capo è intoccabile e… se ci riescono, anche l’unico!!!

    Ciao Antonio e buona serata! Ancora una volta, la tua “poesia”, dimostra la superiorità dell’intelletto e della cultura, alla barbarie che ci governa! E pensare che questi erano coloro che volevano sottrarre quello che, a loro dire, era il monopolio presuntuoso della cultura, da parte della sinistra!

    Barbari, ignoranti, volgari e fascisti!

  3. Mai mollare di far sentire la nostra voce. Votare, incazzarsi, scendere in piazza, urlare (tanto i politici ci danno “il buon esempio”), sperare, convincere. Ti auguro una buona Pasqua, che tu ci creda o no, Gesù era un grande uomo che aveva capito molto bene l’animo umano. Considerarlo uomo o figlio di Dio non fa alcuna differenza: sono i suoi insegnamenti che valgono ora come in futuro.

Lascia un commento